10 dicembre 2005

La London Philarmonic Orchestra assume un deejay!

Per stare al passo coi tempi, un nuovo elemento entra a far parte dell'orchestra piu' prestigiosa d'Inghilterra: un deejay, che avra' il compito di riarrangiare le tradizionali melodie classiche in modo da renderle piu' moderne.
Chissa' cosa direbbe il maestro Von Karajan!


Io intanto, resto senza parole...
Penso infatti che per nuove composizioni, scritte pensando a questa nuova risorsa (che può essere realmente interessante) non ci siano problemi, ma sentire bach "scratchato", mi farebbe inorridire!

Mi sorge un dubbio: quest'innovatori illuminati hanno studiato la storia della musica?

3 commenti:

Cisma ha detto...

Finalmente così anche i deejay saranno classificati musicisti...visto ho sentito insultare questa categoria da cani e porci, anche da gente che di musica ne capisce poco e pensa di capirne tantissimo di essere il più ferrato in fatto di musica...GRAZIE PHILARMONIC ORCHESTRA...

SI-FA-SI ha detto...

Bah..Dovrei sentire il risultato..Mi piacciono le contaminazioni,non sempre..Quindi secondo me e' da valutare di volta in volta..Cmq l'esperimento e' molto forte come contrasto..Te hai sentito qualcosa?
Magari ci sono dee jays che sanno a menadito molta storia della musica, non dico che si debba generalizzare..Purtroppo spesso e volentieri molti hanno soltanto un po' di nozionismo e molto computer e tecnologia..

SI

levriero ha detto...

bach sicuramente si rivolterebbe nella tomba...mozart magari no ..quel che é certo é che la musica classica tra virgolette era stata creata per un uso tutt'altro che ingessato...era suonata nei teatri e persino nelle piazze in un tempo in cui quasi tutti ,dato che non esistevano i cd sapevano suonare o leggere la musica.
mi piacerebbe una discoteca dove si balla il minuetto o magari la gavotta o la gagliarda....quello si che sarebbe un bell'esperimento...