22 agosto 2007

Frasi e pensieri di trombettisti grandi e piccini

Ispirato da Max che ha ripreso a suonare la trombetta e si vede... riprendo il suo post e continuo la sua raccolta di frasi "trombettistiche":

“Alcuni giorni vai, appoggi la tromba alle labbra e suona magnificamente, e tu vinci.
Altri giorni provi e non funziona niente e vince la tromba.
Questo succede continuamente e quando alla fine muori la tromba ha vinto.” (Dizzy Gillespie) - Bene, ora sono più tranquillo!

“Scambio volentieri tutta la discografia di Maynard Ferguson con una sola nota di Miles Davis.” (Enrico Rava)
Andrea Tofanelli: "....scambio volentieri tutta la discografia di Miles Davis per una sola nota di Maynard Ferguson..."
- Io nel dubbio le ho entrambe...

“Non ci sono note sbagliate.” (Miles Davis)
- Caro Miles, non sai quanto ti prenda in parola... ma come mai con noi non funziona così?!?

“La musica è tutta una questione di stile.” (Miles Davis)
Ornette Coleman: “La musica non è uno stile.”
- ?!?

“Non è possibile suonare qualcosa su una tromba che Louis non abbia già suonato.” (Miles Davis)
- Dopo la sua cadenza in West End Blues in effetti...

“Per me il bebop non ha senso, non si capisce il tema.” (Louis Armstrong)
- Beh, in fondo Louis era un melomane...

“Sentire Dizzy e Bird: la sensazione più bella che abbia mai provato. Con i vestiti ovviamente.” (Miles Davis)
- Leggere la sua autobiografia per credere!

Non vi bastano? ...eccone altre che ho sentito e letto qua e la:
"...Ci sono musicisti che cambiano molte mogli e suonano la stessa musica per tutta la vita. Io preferisco tenere la stessa moglie per tutta la vita e cambiare la musica che suono..." (Maynard Ferguson)
- ...meglio cambiare no? (scusate la citazione Hiltoniana...)

"Quando Gesù ritornerà, l'Arcangelo Gabriele suonerà la tromba, nessun altro strumento!" (W. Marsalis)
- Quando la musica è religione...

"Il primo musicista jazz fu un trombettista, Buddy Bolden, l'ultimo sarà un trombettista, l'arcangelo Gabriele" (Wynton Marsalis)
- Io Lo immagino più mentre suona il concerto di Haydn...

Randy Brecker, parlando di Arturo Sandoval e Jon Faddis "Non possono stare insieme nella stessa stanza...!"
- Poveri vicini...

Dall'Italia:
"... se si sa suonare, lo si fa bene in qualsiasi contesto, e poi il lavoro è lavoro. Inoltre i "puristi" sono poi gli stessi che si lamentano di non avere mai una lira!..." (Fabrizio Bosso)
- Perchè suddividere per generi? anche Davis odiava catalogare... La musica si divide solo in buona o cattiva!

"Errori? Quali errori? Ciò che ho suonato era tutto perfetto, semmai è il pubblico incompetente che non ha sentito bene!" (E. Correggia)
- ;)

"La tromba è uno strumento a fiato, non a pressione di labbra" (Luigi Farina)
- neppure a muscolo...

"Bisogna essere degli asini per scegliere proprio questo strumento di auto-tortura." (Mario Barletta)
- Pensare che avevo già comprato il cilicio...

Dalla tradizione popolare:
"I musicisti sono tutti un po' matti... in un modo o nell'altro..."

"Di ogni nota fanne un assolo"

"I trombettisti jazz fanno solo pernacchie!"

Bella Trumpet Quartet

A questo punto permettetemene una:
"Perchè in italiano la tromba 'si suona' e nel resto del mondo 'si gioca'? ...sarà per questo che la prendiamo troppo sul serio?"

32 commenti:

Cilions ha detto...

Amici, se ne conoscete altre aggiungetele pure qui sotto:

Max ha detto...

Solo per completare il senso delle "note sbagliate" di Miles Davis: pare che la cosa gliela avesse suggerita Charlie Parker, quando suonavano assieme. Gli avrebbe detto "quando fai una nota sbagliata, falla ancora, e poi rifalla di nuovo. Alla fine la gente si convincerà che è giusta".

Per dire: dopo settimane ho scoperto di fare un Si naturale al posto di un Sib, in un esercizio. Però secondo me il Si naturale ci sta meglio, e se lo suono bemolle mi fa strano ;-)

Eliduin ha detto...

Bellissime, stupende, eccezionali...
Quelle sull'Arcangelo Gabriele poi...
Grazie, mi hai risollevato la giornata (umido, quindi voce in calo... oggi canto da basso...)

Master of Fouls ha detto...

ciao Fra...tutto ok?

post fantastico...solamente avrei evitato Bosso alla fine...;-)

MoF

paola ha detto...

"Bisogna essere degli asini per scegliere proprio questo strumento di auto-tortura." (Mario Barletta)

fantrastica!

e le fanciulle chi sono scusa? sono gelosa!!!

Cilions ha detto...

#Max
Beh, è il problema di quando non si sente l'armonia sotto... probabilmente ci fosse un pianista ad accompagnarti non "ti suonerebbe" strana...
Ad ogni modo: De gustibus non est disputandum ;)

#Eliduin
Sono felice ti siano piaciute... ma soprattutto sono contento di "rivederti" su questo Mondo in cui c'è il sole anche quando fuori piove...
Buona voce;)

#Master of Fouls
Ma come? Povero... Attualmente è fra i trombettisti più richiesti in Italia!?!

Io sto bene, sempre alle prese con la ricerca della casa in un periodo poco favorevole... ma tutto bene, grazie:)

#Paola
Sei gelosa??? Fortuna che la Sign.ra L. ti conosce, altrimenti (...) è lei che è "mooolto ggelosissima!!!"

Sono le quattro stupende trombettiste del quartetto londinese "Bella"... mi sarebbe piaciuto fare un "gemellaggio" con il TbQ...

Max ha detto...

A proposito di TbQ, io ti consiglierei di allargarlo e invitare Alison Balsom (www.alisonbalsom.com) che oltre ad essere brava è proprio BELLA. E anche Ingrid Jensen (www.ingridjensen.com) non è male...

Anonimo ha detto...

Miles Davis ha anche detto: "non importa fare tante note, basta fare quelle più belle!"

Per Paola:
se vieni dalle mie parti ti presento una bella band di "gnocconi" locali pronti per fare un GEMELLAGGIO!!!
Altro che donzelle londinesi..... ;)))
ghghghghghgh......
L.

Dario MadSaX ha detto...

Ciao Franz
tromba, tromba, tromba, tromba, tromba, tromba, tromba, tromba, tromba, tromba, ....

MA QUANDO SI PARLERA' DI SAXOFONI!!!!!!!

Quando le dimensioni contano, eh...


ciao bello!

Dario
Sindacato Saxofono Libero Travolgente
www.fuxbrothers.com

lucia ha detto...

NOOOOOO!
Ma Mario Barletta è un amico!!!
Come fai ad aver trovato una sua citazione?
Grande Mario! Se fosse stato a Roma in questi giorni l'avrebbe conosciuto pure Dandapit.
Una persona che mi è molto vicina dice che la tromba è lo strumento più vicino alla voce. Ecco perché quando non riesce a raggiungere certe note, le canta!

lucia ha detto...

Aggiungo un paio di citazioni alla lista.
Il trombettista in questione è bolognese.
Chi sarà?

"Dopo aver suonato la tromba ci si deve sentire come quando hai nuotato per 40 vasche"
e
"La tromba non esiste: mentre suoni la devi immaginare coperta dal mantello di Harry Potter."
(Matteo De Angelis)

danDapit ha detto...

Hallo!!
confermo: Lucia ha cercato Mario Barletta mentre eravamo sedute su una panchina di Villa Borghese il 15 agosto, ma -of course- era fuori città!
E aggiungo: che bella la citazione di Matteo de Angelis, quella che menziona il mantello di Harry Potter... ah ah!!

Ciao Francesco!!
(grazie per la visita...scommetto-scommetto che il giallo lo saltasti a piè pari, soffermandoti sulle Charlie's!!)
=___=

Baol ha detto...

Belle frasi ;)

Radiant ha detto...

Uehilà, grazie per la visita! Ma davvero vieni ad abitare in questo strano posto??? :| Pensaci bene... :D Comunque se sarai qui ci si troverà.
Comunque Marsalis ha sacrosanta ragione. A proposito, il concerto di Haydn l'hai studiato? ;)

Cilions ha detto...

Aaaah, il concerto di Haydn... il concerto del Mib che non esce mai!!!
;)

... Ormai è deciso, verrò a stare in mezzo alla natura... ne ho basta di acqua stagnante delle risaie... a presto allora:)

Cle` ha detto...

Che meraviglia.. lo sai che sentire certi discorsi mi fa emozionare? (Se dicevo eccitare poi pensavano male =P) **

Anonimo ha detto...

A pensarci bene il suono è prima di tutto sogno e dunque sognare di suono è bello,io sogno sempre di suonare bene....ma poi mi sveglio prendo la mia Tromba e suono e penso...quanto è bello sognare.

La forza è Tua nemica;la debolezza è tua amica.

Un grande saluto a tutti....

Domenico Barletta.

Cilions ha detto...

Grazie per "la visita" Domenico... buona musica :)

Anonimo ha detto...

Il ragazzo che sognava di fare il musicista e che sognava di suonare con un
famoso gruppo jazz che lui ammirava.

Un giorno, un ragazzo, che aveva sempre sognato di diventare un bravo
musicista ma in particolare, il suo sogno era di suonare con un famoso
gruppo jazz che lui ammirava, ed aveva studiato molto per questo, (suonava
la tromba), si presentò nel locale dove questo famoso gruppo provava tre
volte a settimana, (aveva saputo che cercavano un trombettista), chiedendo
al capo gruppo di poter suonare con loro. Questi, un famoso pianista, lo
guardò, contento, poi gli disse: ok, cercavamo proprio un trombettista, vuoi
suonare qualcosa? Il ragazzo prese la tromba e cominciò a suonare. Suonò un
pezzo molto complicato. Era bravo. Alla fine il capogruppo gli disse:bravo,
sei molto bravo, ma...non so...forse cerco qualcosa di diverso...bah....
Fammi sentire anche gli altri trombettisti, ce ne sono parecchi che , come
te , vengono qua per un'audizione, poi ne parliamo.. Il ragazzo rimase un
po' deluso. Era bravo e molto abile a suonare la tromba, chiese: perché? Non
ho suonato bene? Il capogruppo lo guardò e gli ridisse la stessa cosa. Il
ragazzo se ne andò cercando di capire che cosa mancasse alla sua esecuzione.
Tornò a casa e cominciò ad esercitarsi con le scale e gli esercizi, per ore,
pensando: forse devo migliorare un po' la mia tecnica. Dopo alcuni giorni
tornò dal capogruppo dicendogli: ho perfezionato un po' la mia tecnica, vuoi
ascoltarmi?. Questi lo ascoltò e alla fine lo guardò e disse di nuovo la
stessa cosa. (non avevano, comunque , trovato ancora il trombettista.) Il
ragazzo, scoraggiato, frustrato, ritornò a casa, prese la tromba e suonò per
tre ore di seguito scale ed esercizi. Tutto ciò per un mese. Ritorna al
locale, e di nuovo la stessa scena. "Ok," disse il pianista, "sarò
sincero...non credo che tu sei nato per fare il musicista...mi dispiace." Il
ragazzo, sconfitto, se ne torna a casa, avvilito. Si era illuso. Aveva
studiato per anni, ma il suo modo di suonare non piaceva. Non sono nato per
fare il musicista, pensò. Si sedette sul divano e, tra rabbia e amarezza,
cominciò a piangere. Avrebbe voluto morire. Poi, istintivamente, prese la
tromba e, ancora con le lacrime agli occhi, fece quasi per lanciarla via,
sulla strada, odiandola. Ma poi si fermò, la guardò e poi cominciò a
soffiarci dentro, quasi a voler sfogare tutta la sua rabbia, la sua
amarezza, quello che aveva dentro... Successe qualcosa di fantastico. Da
quella tromba uscì fuori qualcosa di speciale. Non era il suo solito modo di
suonare. C'era qualcosa di magico in quel suono. Forse nel suo solito modo
di suonare mancava qualcosa, forse mancava la cosa più importante:
l'emozione, il sentimento.

Finale: Improvvisamente, il suono del citofono (il ragazzo abitava a
pianterreno). Chi è?... -dall'altra parte: mi scusi, passando di qua ho
sentito qualcuno che suonava una tromba, è lei?Si sono io. Lei ha un suono
fantastico, disse l'uomo in strada. Io faccio parte di un noto gruppo jazz e
sto cercando un trombettista ma non riesco a trovare quello giusto.
Incredibile! Il suo suono è proprio quello che cercavo per il mio gruppo.
Non ho mai ascoltato nulla del genere. Le andrebbe di suonare con noi, sarei
felicissimo. Il ragazzo, sorpreso, uscì fuori al balcone per vedere chi era
quest'uomo...Rimasero entrambi stupiti... Quell'uomo era il famoso pianista
di quel famoso gruppo jazz che lui ammirava. Il gruppo jazz del sogno del
ragazzo...sorrisero entrambi...

Grazie a te....Domenico Barletta

Cilions ha detto...

Mi hai fatto un grande regalo... Davvero!!!

G R A Z I E

Anonimo ha detto...

Sono felice che ti sia piaciuto....è una storia vera, ed è vero che non è la tecnica che fa diventare bravi musicisti, ma è ciò che si ha dentro....mi chiedo io ho tanto dentro perchè non sono un bravo musicista?????? eh eh un grande saluto
Domenico Barletta

Cilions ha detto...

ah ah ah, se lo scopri dimmelo :)

Anonimo ha detto...

Ogni nota che suoniamo è l'espressione della nostra personalità individuale e ha una vita propria. Questo è il motivo per il fascino che emana la tromba.
Frase detta da Jeremy Pelt, mentre beveva il suo whisky ed io un limoncino...eh eh si ho avuto la fortuna di fare un workshop con lui qui a Bologna, eravamo diventati amici....si di bicchiere però...perchè musicalmente lui è un mostro, poi per finire mi ha detto: "I tuoi due migliori amici sono l'orecchio e la tua aria!"
Infatti lui mi spiego che il 90% di quello che suona lo ha imparato ad orecchio, dopo anni che suonava ha cominciato a studiare quello che in Italia si fa per 20 anni per poi cominciare a suonare anche ad orecchio???? Chi avrà ragione? i Mostri sacri del Jazz o i mostri sacri dei nostri Conservatori? Da premettere che io alla musica mi sono avvicinato all'età di 39 anni cioè 3 anni fa.
Domenico Barletta.

Cilions ha detto...

"la virtù sta nel mezzo" dicevano i latini... e io ci credo sempre di più!!! ;)

un abbraccio

Anonimo ha detto...

Un famoso trombettista eseguì un altro brillante concerto. Dopo il concerto, dietro al palco, una donna gli disse "Signore, darei la mia vita per saper suonare come lei". Il trombettista rispose: "Signora, io l'ho fatto".

Domenico Barletta.

Anonimo ha detto...

Chiudi gli occhi e ascolta le note della tua anima... ognuno dentro a uno "spartito"... fatto di tonalità alte e basse... che racconta attraverso la "musica", una vita intera.

Domenico Barletta.

Anonimo ha detto...

La musica scava la nostra interiorità. Conoscere se stessi attraverso quest'arte suprema causa un'ebbrezza difficilmente gestibile. Vale comunque la pena di tentare...

Domenico Barletta.

Cilions ha detto...

preziosi i tuoi interventi...
sul primo però vorrei sottolineare che non si tratta di una "rinuncia" ma di un valore aggiunto... non di un "baratto", ma di un modo di vivere la propria vita :)

un grazie ed un abbraccio ugualmente grandi!!!

Anonimo ha detto...

Solo quando il silenzio suona la musica è perfetta.

Anonimo ha detto...

Uso il tuo strumento come se suonassi con una voce umana. Suona come se parlassi.

Anonimo ha detto...

Non dimenticartelo mai: suonare il jazz, è come raccontare una storia. Una volta svanita la musica e finito il pezzo, deve restare solo felicità... Altrimenti, non serve a niente. Veramente a niente!
-- Maxence Fermine

Anonimo ha detto...

La Forza Dell'Aria (E' la capacità di soffiare con forza ma non necessariamente con un forte volume)

"Un bel respiro, petto in alto" (SEMPRE) - Claude Gordon
"E' l'aria a fare il lavoro" - Claude Gordon
"La lingua decide l'intonazione" - Claude Gordon
"La lingua che sale nella bocca per rendere l'interno più stretto è il "segreto" per produrre le note acute" - Herbert L. Clarke (rif. Brass Playing in no Harder Than Deep Breathing, di Gordon, pag. 26)
Non è vero che l'uso della lingua porta ad una gola chiusa.
Bisogna sviluppare La Forza Dell'Aria prima di poter iniziare con il Controllo Dell'Aria.
"Non suonare mai più piano di quanto tu non riesca a fare con sicurezza" - Claude Gordon
Devi ottenere la precisione prima della velocità.
Lo sviluppo delle Dita Della Mano Destra è connesso con il Controllo Dell'Aria.
"E' l'aria a fare il lavoro" - Claude Gordon
"Dai un calcio all'aria nelle note alte" - Claude Gordon
Non studiare il "buzzing" con il bocchino. "Tu suoni la tromba, non il bocchino" - Claude Gordon
"In nessun caso le labbra devono fare rumore all'interno del bocchino anche se molti trombettisti sembrano pensarla diversamente"Claude Gordon.


leggendo tutto ciò che diceva il grande Claude Gordon, mi è venuto un dubbio....devo cancellare 3 anni di insegnamenti del mio Maestro????????
Aiutoooooooo
Domenico Barletta